SOLIDARIETA’ E APPOGGIO ALLA SEA WATCH, AL SUO EQUIPAGGIO, E A TUTTE LE PERSONE SBARCATE A LAMPEDUSA

29 giugno 2019 Non attivi Di passamontagna

CONTRO QUESTA POLITICA ASSASSINA CHE GIOCA SULLE VITE DELLE PERSONE. CONTRO QUESTO GOVERNO GIALLO-VERDE E IL SUO DECRETO CHE CRIMINALIZZA CHI SALVA DELLE PERSONE IN MARE.

Finalemente le persone bloccate in mare da 17 giorni hanno raggiunto la terraferma. La Sea Watch 3 ha attraccato a Lampedusa “disobbediendo” all’ordine della Finanza di fermarsi. Ha attraccato perché la gente non ce la faceva più. Ha attraccato perché le strumentalizzazioni politiche e i giochi governativi stavano uccidendo. Ha attraccato anche se la legge diceva il contrario.
Ma non è una novità, la legge NON è giusta. E soprattutto quando si tratta di vita e di morte, la disobbedienza diventa dovere e la resistenza obbligo.
Il governo precedente ha finanziato le prigioni in Libia e cercato di bloccare le partenze .
Questo governo ha chiuso i porti. Salvini si è arrogato il diritto di bloccare le navi cariche di persone in mare e di lasciarle crepare perché sono “migranti”, e quindi illegali. Parla di “comportamento criminale” della Sea Watch e di tutte le navi delle ONG che solcano quel tratto di mare; spera che “arrestino l’equipaggio e allontanino i migranti”. La magistratura accusa di “inammisibile violenza”. Ma cos’è la violenza? Forzare un blocco per salvare delle vite, o lasciare la gente morire? La violenza della legge è quotidiana. Questo governo e i suoi nuovi decreti sono solo l’ultimo tassello di un processo di criminalizzazione di chi non ha il “buon” documento e solidali che va in atto da tempo. Ora la capitana rischia dai 3 ai 10 anni di carcere, la nave è sotto sequestro, con una sanzione fino a 50mila euro di multa che si somma a un’ondata di parole e sentenze sputate dai vari politicanti.
La Meloni e la sue equipe proponevano di affondare la nave.
Poche parole da dire, se non CHE SCHIFO. Strumentalizzare vite per interessi elettorali. Dal pagliaccio in verde che si crede poliziotto, a tutte le varie aree politiche che fanno le parti o di chi si indigna ma favorisce deportazioni e lager in Libia, o che parlano di legge e legalità e quindi la-Sea-Watch-ha-comunque-sbagliato. Bello schifo.

Sempre al fianco di chi si ribella.
TUTTI E TUTTE LIBERE
SOLIDARIETA ALL’EQUIPAGGIO E ALLE PERSONE APPENA SBARCATE IN ITALIA
…ORGANIZZIAMOCI!