Fascistelli lanciano la prima pietra

Fascistelli lanciano la prima pietra

11 aprile 2019 Non attivi Di passamontagna

Lunedì 8 Aprile, alle due di notte,

quando la maggior parte degli abitanti della Casa Cantoniera erano già a dormire, si sono presentati due fascistelli davanti all’ingresso della casa


Hanno iniziato a lanciare delle pietre contro l’edificio; non appena alcuni degli occupanti si sono affacciati per capire cose stava succedendo, questi omuncoli hanno gridato insulti sessisti e razzisti, e mentre indietreggiavano vigliaccamente cantavano faccetta nera alzando il braccio destro nel loro schifoso gesto cameratista. Questi sono solo due ragazzetti, che trovano il “coraggio” di esporsi solamente con un vile attacco fatto con pietre e insulti in piena notte, e che corrono via subito dopo sulla loro Fiat Panda nera.
Siamo però coscienti che queste azioni sono sdoganate da un governo che fa delle politiche razziste e repressive il suo baluardo, che fomenta i “cittadini” alla guerra tra poveri, che si pavoneggia di fronte ad operazioni poliziesche che sbattono persone in strada, che imprigionano e deportano.

Qui alla Casa Cantoniera Occupata mettiamo in pratica la solidarietà contro fascismo, razzismo e ogni tipo di discriminazione.

Sbirri e fascisti fuori dalle nostre montagne!

 

Il Rifugio è aperto a tutti e tutte coloro che vogliono dare una mano e organizzarsi per lottare contro le frontiere.
Passate a trovarci!