CONTRO IL RAZZISMO DI STATO E LE SUE POLITICHE MIGRATORIE

CONTRO IL RAZZISMO DI STATO E LE SUE POLITICHE MIGRATORIE

20 maggio 2019 Non attivi Di passamontagna

Sono passati mesi dall’entrata in vigore del Decreto Sicurezza e Immigrazione. E ora nell’aria c’è il Decreto Sicurezza Bis, che andrà a colpire ogni forma di protesta in strada e a criminalizzare ancora di più immigrazione e solidali. Non vogliono lasciare più nessuno spazio di autorganizzazione. L’obiettivo del governo è di massacrare ogni forma di pensiero e pratica differente da quella prestabilita.
Vogliono costruire un Centro di Permanenza per il Rimpatrio (CPR) per regione, le prigioni per senza documenti in cui ora possono detenere le persone fino a sei mesi. Vogliono aumentare i controlli in ogni strada e piazza. Le politiche migratorie assassine continuano a fare morti in mare, a costruire lager in Libia e in Italia, mentre i politici nella loro campagna elettorale permanente, giocano sulla pelle della gente bloccata sulle navi fomentando odio e razzismo.
Riteniamo quindi sia urgente ritrovarsi per fare il punto circa gli effetti concreti di queste leggi razziali sulle persone, e soprattutto per provare ad organizzarsi insieme per mettersi di traverso, contrastare e impedire il loro dispiegarsi.

Giovedì 30 maggio, Campus Luigi Einaudi, ore 18: discussione sui decreti sicurezza e le loro conseguenze con gli avvocati Gianluca Vitale e Laura Martinelli; a seguire aperitivo.
Sabato 1 giugno, Giardino Schiapparelli (quello della Smat), ore 18: “Le cause internazionali e politiche delle migrazioni”, dibattito con professor Pietro Basso. In caso di pioggia l’incontro si terrà in via Tollegno 83.

Domenica 2 giugno, Piazza Castello, ore 15: biciclettata fino al CPR dove alle 17 inizierà il PRESIDIO contro il centro per “irregolari”.

Giovedì 6 giugno, Via Tollegno 83, ore 18: discussione sul Cpr e sul sistema dell’accoglienza, a seguire aperitivo.